Windows 8.1 with Bing: limiti per gli OEM

Windows 8.1 with Bing: limiti per gli OEM

Aggiornamenti per Windows 8.1 with Bing. Ancora nulla di ufficiale ma qualcosa di ufficioso sull’edizione che giorni fa ho chiamato Bingows. Sarà una versione derivata dal Core di Windows 8.1, riceverà aggiornamenti come tutte le altre e verrà proposta solo su dispositivi economici in piattaforma 32 e 64 bit. Ma non permetterà agli OEM di sostituire Bing con altri motori di ricerca, anche se poi gli utenti potranno cambiare browser, motore e tutto il resto.

→ Aggiornamento: Windows 8.1 with Bing è ufficiale

A cosa serve? A impedire che Google faccia accordi economici con gli OEM per l’installazione di Chrome come browser predefinito delle loro macchine Windows. Del tipo: io pago la licenza del sistema operativo, e tu pre-installi i miei servizi nei tuoi prodotti. Agli OEM viene ancora permesso di modificare impostazioni, applicazioni, configurazioni e altri aspetti dell’immagine di Windows, a patto di non toccare la voce Bing. Visto così, senza conoscere altri vincoli, blocchi, limiti e impostazioni mancanti, Windows 8.1 with Bing sembra una buona cosa per noi utenti

Ma anche eliminando alcune delle funzionalità avanzate, alcuni menù e alcune possibilità di personalizzazione, magari quelle che fanno meno comodo su portatili, tablet e ibridi, questo Windows 8.1 with Bing sembra una buona cosa. Se davvero il costo della sua licenza graverà di appena 15 dollari agli OEM (-70% rispetto ad adesso) ecco che potrebbe essere possibile avere una licenza Windows su quei portatili venduti fino ad adesso senza OS – e mi riferisco a prodotti “Bay Trail” come ASUS F200MA da 250 euro.

Le nuove informazioni su Windows 8.1 with Bing arrivano dalla documentazione allegata al Windows Assessment and Deployment Kit (Windows ADK) per Windows 8.1 Spring 2014 Update pubblicato qualche ore fa. Se vi va di leggerla per intero, trovate il link per scaricare l’archivio .zip su bav0.com. Chiaramente contiene anche molti dettagli su quello che sarà il prossimo aggiornamento di Windows 8.1 previsto ad inizio aprile, a quanto pare chiamato ufficialmente Windows 8.1 Update.

  • Tiziana

    Preferivo Bingows e l’idea di Windows ridotto come Chrome Os.

    • ciccio35

      già la gente si lamenta di rt, figurati se gli proponevano una cosa simile. questo mi sembra un buon compromesso se non si pongono anche limii hardware verso l’alto (puoi installarlo solo su dispositivi con al massimo 2gb di ram)

      • Luca Bastianello

        Beh, piano, tra una licenza completa ed RT passa il mondo eh. Io stò adorando il mio T100, ma proprio perchè non è RT, in versione RT non avrei mai preso un tablet windows ora come ora

        • ciccio35

          non hai capito il mio commento. tiziana avrebbe preferito un chrome os su basata internet explorer/bing. sapendo tutte le critiche mosse (in parte ingiustamente secondo me) ad rt, secondo te come avrebbe reagito il mercato a qualcosa di simile

          • Luca Bastianello

            diversamente da RT. Se fosse stato uno strumento leggero come ChromeOS ma con la possibilità di installare programmi desktop sarebbe stato visto come un qualcosa di molto positivo al contrario di RT (che io continuo a vedere molto male).
            Quello che realmente mi avrebbe preoccupato sarebbe stato il taglio di memoria da 16gb quasi certo che ne sarebbe scaturito:
            Ormai c’è l’associazione:windows= necessità memoria fisica
            D’altro canto si sarebbe potuta avere anche la reazione opposta: ovvero perchè preferire windows 8.1 o RT quando c’è un sistema molto più leggero e con le stesse funzionalità di win8.1?
            Tutto comunque basandosi su riflessioni con le poche informazioni che abbiamo eh^^ Le mie sono solo speculazioni ipotetiche^^

            • ciccio35

              mi sa che allora non ci capiamo. tu cosa intendi con sistema operativo tipo chrome os? uno dei suoi punti di forza (se ho capito bene) è la possibilità di installare programmi solo dal chrome store, che guarda caso è anche la più grande critica mossa ad rt

              • Luca Bastianello

                proprio perchè tipo deve essere differente, se fosse solo stile chromeos cìè gia RT

              • ciccio35

                scusa ma continuo a non capirti. io sono contento di quello che sentiamo riguardo questo w8.1 with bing e spero solo che non gli vengano imposti limiti superiori per l’hardware. tiziana diceva che lo voleva più simile a chrome os (cioè app installabili solo da store proprietario e credo a questo punto interfaccia in stile ie 11 per la gestione completa dei file). io ho detto che per questo c’è già rt, che è pesantemente criticato nonostante mantenga un “look familiare” e che un bingows come lo vorrebbe lei riceverebbe solo critiche più pesanti.
                non riesco a immaginarmi come vorresti questo os simile a quello di google ma con la possibiltà di eseguire gli exe

              • Luca Bastianello

                stiamo dicendo la stessa cosa^^ ho detto che dovrebbe permettere installare i normali programmi desktop, ma in quel caso si scontrerebbe con win8 normale e se solo app con RT

    • Fabrizio Silveri

      Bisogna vedere se sarebbe stato ancora possbile chiamarlo Windows!
      Fare un “Windows ridotto come Chrome OS” era l’idea di Windows RT, che però per questo perdeva la compatibilità con tutti i vecchi programmi Windows, e quindi non è mai decollato… sicuramente qualche impostazione poco utile al grande pubblico si può togliere da Windows, ma non penso lo si possa ridurre “ai minimi termini” senza perderne l’essenza… e se devi avere un portatile che non fa girare software desktop, tantovale comprare un vero Chrome OS!

  • Luca Bastianello

    A me la cosa piace. Del resto la differenza tra le licenze non è moltissima e se l’unica “pecca” fosse quella del browser prefefinito…beh, il prezzo vale la candela

  • Paolo Panzeri

    Ma è solo per gli OEM? O son in previsione anche versioni vendibili? Ad esempio, il mio htpc Ha base linux, se arriverà netflix in Italia, probabilmente chrome OS diventerà un’alternativa. Questo perché su di un mini pc da 200-300 euro 100 euro di licenza windows è un po’ troppo. 15 euro son sempre più degli 0 che chiedono linux e chrome os, ma è comunque più sensato..