Netbook & XP: ecco i vincoli Microsoft

Il successo del primo netbook, l’EeePC 701 con GNU/Linux, colse di sorpresa anche Microsoft, che si trovò in breve tempo a dover trattare con i maggiori produttori l’utilizzo dell’appena pensionato Windows XP nei loro prodotti.

Le condizioni di Microsoft furono abbastana semplici: noi vi offriamo una licenza a basso costo (sui 30 dollari) del nostro XP Home (la ULCPC) e voi la utilizzate nei vostri netbook, a patto però di rispettare alcune condizioni.

Col passare del tempo i limiti imposti da Microsoft sono stati corretti e rivisti, un pò per la pressione dei produttori, un pò perchè il mercato di fatto, chiedeva sempre maggiori prestazioni e funzionalità ai piccoli netbook.

Per questo le specifiche riportate sotto (in vigore dallo scorso Settembre 2008) saranno probabilmente riviste durante il 2009.

Ecco i “5 comandamenti” di Microsoft per la licenza XP Home ULCPC:

  1. Non si posso usare dischi SSD più grandi di 16Gb o HDD più grandi di 160GB;
  2. Non si possono integrare schede video con supporto superiore alle DirectX 9.0;
  3. Non si può fornire preinstallata più di 1Gb di RAM;
  4. Si possono usare solo processore Single Core, con frequenza attorno ad 1 GHz: Intel Atom (N270, N230, Z500, Z510, Z520, Z530, Z540); Intel Celeron 220; AMD Geode LX, Athlon (2650e, Sempron 210U); VIA C7-M (ULV), Neon (U2300, U2400, e U2500).
  5. Non si possono montare schermi LCD più grandi di 10.2 pollici su netbook e di 14.1 pollici su notebook, mentre nessuna restrizione è applicata ai nettop.

Con Vista Basic invece, l’unica restrizione imposta da Microsoft è quella di non superare i 24Gb di capacità per i dischi SSD; per questo alcuni produttori iniziano ad offrire netbook con Vista preinstallato, proprio per aggirare i limiti di XP ULCPC.

Come già detto, è molto probabile che durante il 2009 i piani di Microsoft verranno ancora corretti, visto l’arrivo di Netbook Remix di Canonical, di JoliCloud e Cloud OS e delle piattaforme con tecnologia ARM; statene certi però, per quanto possa essere agguerrita la concorrenza, Microsoft riuscira a spuntarla anche stavolta, offrendo una soluzione troppo appetibile per non essere sfruttata dai produttori.

Segui
eeevolution
su Google Plus!
  • Mike

    Spero solo che i produttori ripensino fortemente alla soluzione linux per aggirare i limiti imposti da microsoft con xp, perchè dopo non ha + senso parlare di netbook come macchine economiche visto il costo della licenza di Vista……..considerando già che i prezzi dei netbook ormai sono ampiamente nella fascia di notebook low cost, cosa che idealmente va contro il concetto di questi sistemi che in origine non dovevano superare i 300 dollari.

  • http://www.spendipoco.com Marco

    Linux? Per l’amor del cielo! Il mio primo netbook è stato l’EEE 700 con Linux. Un vero incubo! Se lo usi con quello che ci trovi già installato tutto ok ma se devi aggiungere software o periferiche è inutilizzabile per i più. Capisco che per dei tecnici rossi d’animo sia la soluzione migliore ma i netbook penso che i produttori vogliano venderli a qualche persona in più…inoltre i tecnici sono pochi e il rosso va sempre meno di moda!

  • tob

    d’accordissimo con MARCO, anche io ho avuto l’eeepc 701 e linux era un incubo. ora ho un wind u100 con xp e lo adoro!

  • http://www.eeepc.it Riccardo

    @Marco: in effetti la Xandros fornita con gli Eee di prima generazione (soprattutto con i primi modelli) non era certo il massimo.

  • Francesco

    A Marco e Tob: giusto, ma avete sbagliato termini! Non è Linux ad essere inadatto, è Xandros! La ASUS avrebbe dovuto fornire l’ eeePC di una distribuzione Linux superiore, collaborando con la sua comunità, invece ha mantenuto l’ approccio corporate e ha optato per quell’ accrocchio di Xandros. Vi prego di considerare Linux più a fondo, in quanto ad oggi le sue implementazioni migliori non hanno alcun problema.

  • gigio

    Ho avuto un eepc 701 che ho venduto a luglio dopo 2 settimane perché linux era un disastro per installare un programma bisognava digitare 4 righe di stringhe… sembrava di dover progettare una centrale nucleare… e poi fonts inesistenti, programmi pochi e complicati… insomma con xp adesso lo ricompro il netbook

  • Mike

    @Marco: Linux non vuol dire xandros(anzi direi che non ci siamo proprio li) ragazzi, ci sono tante distro linux “aperte da adottare”, ubuntu, open suse, fedora e via dicendo, che tolto il supporto directx per i giochi(fattore trascurabile su netbook) e qualche incompatibilitÀ di hw(cosa ank’essa trascurabile dato che su netbook c’É hardware ad hoc) con non hanno niente da invidiare a xp. inoltre nessuno vieta di installare win xp(suppongo che tutti lo abbiano su fisso con licenza) sul proprio netbook, risparmiando il costo superfluo della licenza di Vista(ricordo che stiamo parlando nel contesto di aggirare i limiti hw imposti da win xp per questi prodotti). Credo che la maggior parte di noi sia in grado di installare un s.o. sul proprio netbook.

  • Antonio

    @TOB:
    Ho preso anche io un wind u100, peccato che sopra ci fosse windows, soldi di licenza spesi inutilmente: qualche ora di vita ed è stato soppiantato a volo da GNU/Linux.
    @Marco:
    Per installare i programmi fortunatamente ora mi basta 1 click nel gestore dei pacchetti e sto tranquillo, sicuro e soddisfatto: niente virus, nessun tempo alla ricerca di programmi in rete, nessun costo, tutto gratis.
    @TUTTI:
    A differenza dei miei amici che hanno lasciato su XP ora non ho 1 netbook che si è rallentato e apre finestre web da solo. Da considerare poi che andava installato 1 antivirus (dato che norton sarebbe scaduto presto), comprata la licenza di office (dato ke vi era solo la versione di prova), etc, etc.
    Non voglio dire che GNU/Linux è migliore di Win xkè quello è un parare personale, ma dire che Linux fa schifo perchè si è provati quell’obrobrio di Xandros è come provare Win 95 e dire questo Win Vista fa schifo.
    Come esempio andrebbe preso il Dell Mini 9 che con la versione di Ubuntu (distribuzione GNU/Linux) preinstallata fa faville.

  • http://www.netbooknews.it Francesco

    @Antonio: STRAQUOTO!!

  • Mike

    Quoto Antonio; ricordabdo che xandros non É linux ma solo una distro derivata non proprio riusdcita. Una distro linux a mio parere È l?optimus per questi dispositivi in quanto + leggera, + sicura e completamente free senza costi inutili di licenza.

  • RB

    …and the anti-trust implications of this are?

    A clear restraint of trade.

    MS sells the OS. That is all they should do.

  • Pingback: Dell Mini con 2gb di Ram e 64gb SSD | Netbook News

  • Pingback: I migliori articoli del mese passato - Microsoft i netbook ci danneggiano, Mod disco da 25″ su Aspire One A110, NC10 a metà prezzo per San Valentino, Netbook & XP ecco i vincoli Microsoft, Vaio P prezzi italiani e caratteristiche, PS - Netbook News

  • Pingback: Nuovo MSI Wind U123 con Atom N280 - MSI Wind U123, Hybrid Storage, Wind, Atom, U115, Arriverà - Netbook News

  • Pingback: Ecco Neutrino, senza sistema operativo - Neutrino, Intel Atom, ExpressCard, Come, 945GSE, N270 - Netbook News

  • Pingback: Linux perde terreno sui netbook - share, ULCPC, “ecco i vincoli della licenza Microsoft per netbook”, Windows, Linux, Microsoft - Netbook News

  • Pingback: HP e Dell al lavoro per Android sui netbook - Android sui propri netbook, Satjiv Chahil VP PC division HP, licenza ULCPC, Linux ha in parte fallito, *, Android - Netbook News

  • jarsh

    This just pushed me over the edge — I hate Microsoft now.

  • Pingback: Aspire One Pro 531 ora disponibile - AOP531H-06K, 451 euro, Professional, l’Aspire, Windows, Microsoft - Netbook News

Facciamo acquisti online da una vita. Per questo ti consigliamo di provare Amazon.
Compra su Amazon.it