HTC Flyer scende a 299 dollari in USA

Dal 1° ottobre la catena Best Buy porterà il prezzo del tablet HTC Flyer a 299 dollari, ovvero 200 dollari in meno del listino estivo. Il tutto segue il taglio al BlackBerry Playbook della scorsa settimana – 299 dollari in USA e Canada, i 100 dollari di sconto sul Motorola Xoom WiFi (anche in Italia), e il chiacchierato abbandono di HP TouchPad che lo ha portato a costare solo 99 dollari. Ma se ad eccezione del Motorola Xoom, il prezzo dei tablet sopra citati è sceso per questioni dovute alle scarse vendite, questa nuova iniziativa di HTC ha altre cause.

htc-flyer-live

Il Flyer è un 7 pollici con schermo 1024×600 pixel, ha un pannello capacitivo e un digitalizzatore attivo che permette di scrivere e disegnare con il pennino. E’ stato uno dei primi 7 pollici di nuova generazione ad entrare sul mercato, in un periodo in cui “tutti” avevano a listino modelli 10 pollici, e lo ha fatto proponendo un processore diverso da Tegra 2 (ovvero Qualcomm Snapdragon a 1.5GHz) e un sistema diverso dal nuovo Honeycomb, cioè Android 2.3 Gingerbread. In pratica, è stato uno dei tablet più originali e particolari per diverso tempo, ed ha ottenuto ottime recensioni dai media online.

Ora che il formato 7 pollici è tornato di moda, con tutta una serie di modelli pronti ad invadere il mercato tablet, è normale che HTC voglia essere più competitiva, soprattutto perché questi “rivali” hanno prezzi più bassi. E’ vero che nessuno ha un digitalizzatore attivo integrato, ma è anche vero che un prodotto come il Kindle Fire di Amazon costa 199 dollari, che a confronto dei 499 di HTC Flyer si fanno sentire. In sintesi, adesso ci sono tutta una serie di opzioni per chi vuole acquistare un 7 pollici.

In questo momento il prezzo italiano resta ancora vicino ai 400 euro, ma non è detto che presto anche per noi europei ci saranno novità.

  • Fabrizio Spinelli

    a 299 è un prezzone…

    • Poldocoli

      A 199 lenovo a1 lo è di più e fa le stesse cose

      • http://www.netbooknews.it Riccardo P

        Beh, il Lenovo non ha il digitalizzatore attivo, ha un comune capacitivo, non è proprio la stessa cosa.

  • MarioScuba

    Bah! Ho guardato all’offerta di best buy, e vogliono 75$ (!!!) extra per il pennino, e un’altra “cifra” per una custodia molto bella, ma … non ho capito se c’è una custodia htc nella confezione (quella che nelle confezioni italiane ha un foro per tenerci il pennino basterebbe e avanzerebbe).

    • http://www.netbooknews.it Riccardo P

      Il pennino dovrebbe essere incluso, o almeno lo è da diverso tempo, non credo abbiano cambiato adesso. O è scritto diversamente? E i 75$ credo siano del listino HTC (da noi costa 50€…)

      • MarioScuba

        correggo i 75$, come puoi ben vedere dal link postato, sono 79.99$!

  • MarioScuba

    Riccardo, mi riferisco a questa pagina: http://www.bestbuy.com/site/HTC+-+Flyer+Tablet+with+16GB+Internal+Memory+-+White/2390524.p?skuId=2390524&id=1218332598563
    Se osservi in basso, “what’s included”, ne trai la conclusione che NON sono inclusi nella confezione il pennino ma nemmeno  la custodia! 

  • http://www.facebook.com/people/Fabrizio-Silveri/1574167738 Fabrizio Silveri

    Mi è venuta in mente una cosa….. ma se un HTC Flyer può costare 300$, come può un eeeNote costare ben 250€??
    Capisco che l’eeeNote è un prodotto di nicchia, e magari il digitizer attivo è di qualità superiore, ma di fatto ha un processore da e-reader, il flyer ha un dual core a 1.5GHz, neanche vagamente comparabile, per quanto possano guadagnare di più anche con minore ricarico per unità venduta mi pare comunque una differenza troppo grande!

    Sbaglio qualcosa?

    • MarioScuba

      Sbagli sul processore. L’HTC – NON-  è un dual core.
      Inoltre, un mio collega che ho contattato oggi lo aveva preso per esigenze lavorative (le stesse mie) consistenti nel prendere appunti scrivendo a mano con Evernote. Lui non si è trovato soddisfatto e lo sta rivendendo, invece chi fa il pittore, il disegnatore (l’artista, non il tecnico che usa AutoCad, per intenderci) ne è entusiasta. Queste almeno sono le referenze che ho potuto testare personalmente.
      Per questo è molto difficile basarsi sui prezzi, battezzare se un prodotto è ok o no… Le stesse case hanno molta confusione in testa in questo periodo. 

      Ognuno poi trova i supporti tecnologici che prefersce. Ho conosciuto uno studente universitario (di economia e commercio) che prende appunti in aula con la smartpen “livescribe”. Spende un po’ per i fogli, ma è soddisfatto perché anche se perde e o scrive errato qualcosa a lezione, il registratore incorporato nella penna, e che parte automaticamente ad ogni parte scritta, lo aiuta a rimettere in bell’ordine, alla perfezione, gli appunti, una volta ritornato a casa. (nel frattempo studia, assimila i concetti e comprende quanto gli era sfuggito a lezione, dice lui).

      Per fare questo usa una Mobile Notes di e-pens, che rispetto al prodotto precedente non ha il registratore integrato, ma funziona su qualsiasi tipo di carta e ha un software proprietario che riconosce la calligrafia, le formule matematiche e i disegni. Da questi file passa poi a formati word office o PDF.

      Sistema lungo e costoso? Lungo si, costoso forse no, se paragoniamo i costi a quelli di un tablet PC Win7 (vedi Stylistic), che forse non darebbe la stessa accuratezza finale.

      In ogni caso, dato che posto su questo blog da parecchio ormai, e nelle mie intenzioni non v’è certo mai stata quella di fare lo spammer, concludo sottolineando che ho soltanto voluto raccontare di una via tecnologica non molto comune utilizzata per scopi di studio.

      • http://www.facebook.com/people/Fabrizio-Silveri/1574167738 Fabrizio Silveri

        Tanto poco comune che non ho capito di che si tratta!
        Cos’è una smartpen?

      • http://www.facebook.com/people/Fabrizio-Silveri/1574167738 Fabrizio Silveri

        Mi rispondo da solo, ho capito cos’è!

        Però non ho capito se può scrivere solo su fogli particolari o su qualsiasi cosa.

    • http://www.netbooknews.it Riccardo P

      EeeNote è uscito mesi fa (novembre 2010, in Italia da febbraio), adesso avrebbe un listino diverso. Ai tempi c’era solo iPad e Galaxy Tab, e si è sempre rivolto ad un mercato del tutto distante da quello tablet. Certo comprarlo in questo momento a prezzo pieno può essere discutibile, anche se mantiene caratteristiche uniche per il suo genere (vedi l’autonomia). Se non sbaglio inoltre non è mai stato commercializzato in USA, dove era previsto “sotto i 200 dollari”.

  • http://www.facebook.com/people/Fabrizio-Silveri/1574167738 Fabrizio Silveri

    Ma si sa, anche vagamente, quando ci dovrebbe essere il price drop anche qui in Italia?

  • Pingback: CEO ASUS: Eee Pad Transformer 2 a 499 dollari - EeePC.it()

  • Alessandro

    Comprandolo su BB dall’Italia ci sono dei problemi? Oltre alla lingua inglese del sistema, ci sono altre cose che potrebbero non andare?

    • http://saki-kawa.tumblr.com/ Saki_Kawa

      Il problema è che Best Buy non spedisce fuori dall’America! ;)
      Per il resto nessun problema se non che non ti vende il pennino, ma lo prendi da loro a parte a 35$, che è sempre la metà di quello che costa qua (70€).