Twice the detail, twice the fun: un tablet ASUS con schermo 2560×1600 pixel?

Finito l’antipasto del PadFone e l’idea della matriosca, è la volta di un tablet ad alta risoluzione del tutto sconosciuto. ASUS ne lascia intendere l’arrivo pubblicando uno spot promozionale dove dei pallini colorati prendono il posto dei pixel e dove la frase “Twice the detail, twice the fun” (raddoppia i dettagli, raddoppia il divertimento) può far intendere una sola cosa:

un tablet con schermo 2560×1600 pixel, ovvero una risoluzione doppia rispetto alla standard 1280×800 pixel del Transformer Prime.

Ora, a poche settimane dal lancio di iPad 3, perché ASUS non dovrebbe sfruttare l’occasione di presentare un Eee Pad con display “Retina”? Apple lo avrebbe prima in commercio, certo, ma nell’hype delle fiere questo è poco importante. Nel pomeriggio il modello del video è stato associato anche al TF700T, ovvero il tablet con risoluzione 1980×1200 pixel esposto al CES 2012 e atteso per giugno, ma personalmente non sono molto convinto che sarà quello il prodotto anticipato.

Quindi Transformer Prime superato? No, non funziona così. Transformer Prime resterà l’unico Tegra 3 sul mercato almeno fino ad aprile, e considerando che è in vendita dallo scorso dicembre può contare su almeno 4 mesi di leadership tecnologica. E poi, i rivali presentati fino ad oggi – modelli Acer compresi – non sembrano poterlo impensierire più di tanto. Eee Pad Transformer Prime uscirà dal MWC 2012 ancora come il miglior tablet Android sul mercato, e magari sarà proprio questo nuovo ASUS a metterlo in difficoltà.

  • Giulio

    Mmmm, veramente raddoppiando la risoluzione orizzontale e quella verticale si ottiene una risoluzione totale quadrupla, non doppia…

  • Grizzly123

    Secondo me il raddoppio della risoluzione fa riferimento al Tf700 con risoluzione 1900×1080 (facendo i calcoli risulta infatti avere una risoluzione doppia dell’attuale transformer 1280×800.

  • Luca

    Scusate la mia ignoranza, ma a parità di diagonale (10″ ) con risoluzione così elevata non si rischia di vedere tutto troppo piccolo ? ( e qui torniamo ad un mio precedente post in cui chiedevo:  10″ x cornice minima = 12″ ) Giustamente mi è stato risposto che: 10″ x cornice minima = rischio dita su area sensibile del touch screen. Ma pure così “io dico che” non va bene…

    • http://www.netbooknews.it Riccardo P

      in realtà Android 4 ha alcune possibilità di personalizzazione, come ad esempio la regolazione della grandezza dei caratteri. In generale se lo schermo e l’interfaccia rispondono bene non è un problema interagire con icone e menù. O almeno, io su MediaPad 1280×800 pixel su 7 pollici, ho solo visto vantaggi rispetto alla standard 1024×600 pixel.

  • Pingback: Tablet ASUS Transformer colorati al MWC 2012 - EeePC.it()