Apple e Intel: la paura fa 90… anzi, 799!

Gli Ultrabook, form factor “MacAir-like” lanciato da Intel, stentano a decollare. Apple è in vantaggio di svariati anni nel settore, senza dimenticare che un MacBook Air è anche il biglietto d’ingresso (meno costoso) per entrare nel mondo OSX. E’ lampante per tutti (tranne Intel e i produttori, evidentemente) che se si vuol intaccare quel mercato, bisogna proporsi con prezzi molto aggressivi. Per ora le uniche ad aver applicato questo principio sono Samsung ed Acer che con Serie 5 e Aspire S3 sono gli unici marchi a proporre Ultrabook con prezzi vicini ai 699 dollari/euro.

mod_eeepc_mac

Primi test per un Mac low-cost :)

Ora sembra che anche Intel abbia afferrato il concetto; dopo un investimento iniziale di 300 milioni di dollari sulla piattaforma e uno di 100 milioni per lo sviluppo di uno store di applicazioni dedicate, l’azienda inizia a presentare strategie atte ad abbassare ulteriormente il costo d’ingresso nel mondo Ultrabook (sovvenzioni ai produttori e materiali più economici, Ndr). La piattaforma potrebbe giovare anche del lancio di Windows 8, ma è una possibilità che potrà essere considerata solo in autunno; e un quadrimestre, in termini informatici, è come un’era geologica per un archeologo.

Apple non starà a guardare ed è proprio di queste ore la notizia (ancora non confermata) che vuol Tim Cook e soci pronti con una seconda generazione del piccolo gioiello d’alluminio. La novità? Beh, oltre ai probabili aggiornamenti hardware, si parla di un nuovo MacBook Air con prezzi – udite, udite – a partire da 799 dollari!

Niente male, se pensiamo che la linea attuale ha come base i 999 dollari della versione 11 pollici con 64GB SSD. Se la notizia si dovesse rivelare concreta, prevedo una strada veramente in salita per gli Ultrabook, nonostante gli sforzi di Intel & Co. Il prossimo WWDC 2012 si terrà ll’11 giugno al Moscone Center di San Francisco e solo allora Tim Cook salirà sul palco per confermare o smentire questa indiscrezione.

La mia avversione per i prodotti made in Cupertino è nota, ma non ho mai nascosto la mia ammirazione per il loro straordinario approccio al marketing. A quanto pare che la dipartita di Steve Jobs non ha intaccato questa prerogativa.

  • spino1970

    Se fossero 699 euro, sarebbe uno sfacelo :)

  • Alessandro Armiento

    magari mi sbaglio, ma se Apple lanciasse i nuovi MBA a quel prezzo lo farebbe quasi in perdita e forse intel non se lo può permettere. magari apple farà degli entry level a quel prezzo per poi recuperare con le versioni più costose, in modo da distruggere la concorrenza degli ultrabook. anche se non credo che gli UB li impensieriscano più di tanto.

    • spino1970

      Ormai sono sulla piattaforma da qualche anno. Non credo vadano in perdita, perché credo che tutta la spesa R&D sia stata abbondantemente recuperata, al contrario degli Ultrabook :)

  • Bhhjknbgg

    Il biglietto d’ingresso piu economico per entrare nel mondo Apple è il mac mini non l’air

    • spino1970

      Ehm… il fatto che il sito si chiami Netbook News dovrebbe spiegare abbastanza chiaramente che qui si parla solo di device portatili ;)